CROSTATA DI VERDURE

Tasto inglese 150 px

 

 

Una crostata colorata e ricca di prodotti nutrienti e genuini come semi, legumi, e verdure ma priva di glutine latticini e uova.

La base non ha ne burro ne uova, i legumi forniscono la parte umida e con l’aiuto dei semi di lino legano l’impasto rendendolo lavorabile e modellabile.

La farcia è una crema di anacardi ricoperta da una insalatina di piccole cime di broccolo romano e di pomodori cherry colorati, varietà antiche recuperate da un azienda agricola della Sicilia sud Orientale.

Questi piccoli pomodori hanno un sapore delicatissimo e sono tutti diversi, l’insieme è sorprendente.

Pasta brisee per 9 crostatine:

  • 75 g semi di lino dorato
  • 75 g semi di girasole
  • 100 g fagioli azuki cotti
  • 30 ml acqua
  • 1 g sale
  • un pizzico aglio essiccato

Farcia insalata di verdure crude:

  • Broccolo romano
  • Pomodori cherry mix colorati
  • Nocciole tritate grossolanamente
  • Arachidi tritate grossolanamente
  • Noci tritate grossolanamente

Crema anacardi

  • 100 g crema anacardi
  • 1/2 cucchiaino maggiorana essiccata
  • Acqua q.b.

Come preparare la pasta brisee

Potete usare dei fagioli già cotti o meglio ancora decidere di acquistare i fagioli secchi e cuocerli. Tenete presente che 100 g di legumi cotti corrisponde grossomodo a 50 g di prodotto crudo. Nel caso decidiate di prepararvi i fagioli sciacquarli in acqua fresca e metterli in ammollo per 8 ore. Scolarli dall’acqua di ammollo e sciacquarli con acqua fredda. Cuoceteli in acqua, pari al doppio del loro volume, aromatizzata con erbette aromatiche e un pezzetto di algha Kombu che aiuta la cottura rendendo i legumi più morbidi e digeribili. Portare dolcemente l’acqua a bollore, abbassare la fiamma al minimo e cuocere per 1 ora dal momento in cui l’acqua raggiunge il bollore in una pentola normale o 40 minuti in pentola a pressione, vanno salati alla fine della cottura per evitare l’indurimento della buccia. Frullare azuki cotti con il sale l’aglio e l’acqua.

Tritare i semi di lino e girasole usando la modalità impulsi.

Unire i semi tritati al frullato di azuki, mescolare prima con un cucchiaio, poi impastare a mano per far assemblare gli ingredienti, far riposare la pasta per circa 30 minuti per dar modo ai semi di lino di assorbire i liquidi presenti e rendere l’impasto compatto.

Stendere la base della crostata tra due fogli di carta forno ad uno spessore di 2 millimetri, tagliare l’impasto con uno stampino per biscotti se decidete di fare delle piccole crostate o della dimensione della vostra teglia.

Cuocere in bianco (cioè vuote, non serve bucherellare la base come nella brisee o frolla classica perchè l’impasto non lievita e non si deforma in cottura) le crostate su teglie leggermente unte con olio o ricoperte con carta forno.

Cuocere a 160°C per 30 minuti circa.

Come preparare la crema di anacardi

Potete preparare la crema in casa, mettendo a bagno per 8 ore gli anacardi, poi scolarli e frullarli con il resto degli ingredienti per ottenere una crema consistente.

Oppure potete acquistare la crema di anacardi pronta e frullarla con il resto degli ingredienti e l’acqua necessaria per ottenere una consistenza morbida.

Come preparare l’insalata di verdure

Lavare molto bene i pomodorini e tagliarli in piccoli pezzi.

Lavare il broccolo romano, sminuzzarlo in modo da conservare la forma delle cime, per questa ricetta utilizzeremo quelle più piccole, il resto lo conserveremo per una zuppa o altro.

Far bollire dell’acqua in una pentola, quando l’acqua bolle spegnere il fuoco, tuffare le cimette nell’acqua bollente, scolarle immediatamente in un colapasta e risciacquatele con acqua fredda. Unirle ai pomodori condendole con un pochino di sale.

Mettete sulle basi cotte, e fatte raffreddare, la crema di anacardi e l’insalata di verdure. Cospargere con nocciole, noci e arachidi tritati grossolanamente.

Advertisements

14 thoughts on “CROSTATA DI VERDURE

Add yours

  1. Ciao Clibi,
    volevo chiederti, visto che nella ricetta indichi di tuffarne soltanto le cime, se il broccolo è una verdura che si può mangiare anche cruda, se, come sapore, è tanto diversa da quando è cotta e se è facilmente digeribile.
    Grazie 🙂

    Mi piace

    1. Ciao Federica grazie a te per aver visitato il mio blog.
      Si, i broccoli si possono mangiare anche crudi, naturalmente le cime sono molto più tenere e meno fibrose dei gambi che possiamo utilizzare in altro modo, io personalmente li preferisco cotti. Il sapore del broccolo crudo è molto più delicato e la consistenza croccante a me piace tantissimo. Io e la mia famiglia non abbiamo mai avuto problemi di digestione consumando broccoli crudi, non sono un medico e non so dirti se è sconsigliato in situazioni particolari. Se li provi fammi sapere cosa ne pensi.

      Liked by 1 persona

    1. Sai questi pomodori li ho trovati in un negozio di prodotti biologici, e li trovo già da qualche anno più o meno in questo periodo, non ho saputo resistere, condivido con te che altri pomodori è meglio consumarli da giugno in poi.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: