ZERO SPRECHI: PANE

 

Per la prima volta in 10 anni lo spreco di cibo reale in Italia risulta in calo. Io penso che una spesa ragionata, una sana pianificazione alimentare e la condivisione di ricette possa aiutarci a migliorare sempre di più. Raccolgo ogni ricetta di chi dimostra rispetto e amore per il cibo, mi interessa capire come ogni parte di qualsiasi alimento possa trasformarsi ed aiutarci a creare pasti completi e sani.

Con il pane avanzato possiamo realizzare gustosi piatti unici, rivisitandolo nella sua interezza o scorporandone ogni parte:

Qualsiasi avanzo di pane

…una base per una torta salata simile ad una pizza / torta salata da condire con verdure e una parte proteica (pesce o carne o uova o formaggi).

Per ogni persona frulliamo:

60 g di pane + 30 ml di acqua + 10 ml di olio

L’impasto che ne risulta va fatto riposare 10 minuti perché il pane abbia il tempo di assorbire tutti i liquidi presenti.

Distribuiamo l’impasto in una teglia ricoperta con carta da forno.

Ricopriamo la superficie dell’impasto con i condimenti che preferiamo ed inforniamo a 180°C per 15 minuti circa.

Pane a fette o che si può affettare

…può contenere, avvolgere, aiutandoci a rivisitare avanzi di altre pietanze, riducendo ulteriormente lo spreco alimentare creando piatti unici completi.

Cestini

Da farcire come più ci piace per creare sfiziosi piatti unici.

  • 2 fette di pane per ogni cestino

Tagliate il pane in fette spesse circa 2 cm.

Dobbiamo creare dei cestini che assomigliano a dei vol au vent.

Ritagliamo 1 base 1 cornice e 1 coperchietto.

Con un tagliapasta o un coltello buchiamo 1 delle 2 fette, in modo da ottenere 1 cornice e 1 coperchietto: assottigliamo il coperchietto appiattendolo con il matterello.

Spennelliamo tutte le forme di pane con burro fuso e lasciamo che il pane assorba. Spennelliamo quindi con il tuorlo battuto con un goccio di acqua.

Appoggiamo la cornice sulle base mettendo a contatto le superfici spennellate di uovo: otteniamo 1 cestino.

Schiacciamo leggermente con le dita la base centrale del cestino.

Disponiamo il cestino su una teglia coperta con carta da forno insieme al coperchietto.

Inforniamo a 200°C per 8 minuti, poi sforniamo e lasciamo raffreddare il cestino prima di farcirlo.

Crostatine

Il pane può sostituire  le paste brisee, frolla o sfoglia trasformandosi in un guscio per i nostri ripieni.

Il pane deve essere ammorbidito con latte vegetale o assottigliato (con le mani o con un matterello) e condito con olio extra vergine di oliva da un solo lato.

Si foderano gli stampini (posando il lato oleato del pane, se decidete di usare questo metodo a contatto con i bordi e il fondo degli stampini) premendo leggermente.

Riempiamo con una farcia i gusci di pane.

Inforniamo la quiche di pane a 180°C per 15 > 20 minuti, o sino a quando il pane sarà leggermente dorato.

Involtini

  • 1 fetta di pane per ogni involtino

Togliamo la crosta e assottigliamo il pane con il matterello.

Grattugiamo la crosta tolta dalle fette di pane.

Farciamo ogni fetta di pane con ingredienti tritati in modo da poter arrotolare il pane formando dei piccoli cilindri.

Impaniamo gli involtini con farina, uovo e la crosta grattugiata.

Gli involtini una volta pronti devono essere fritti a 140°C per 4 minuti.

Ravioli

  • 2 fette di pane per ogni raviolo

Ritagliamo le fette di pane in uno spessore simile a quelle del pancarrè, togliendo la crosta.

Intingiamo le fette di pane velocemente nelle uova battute, poi schiacciamole delicatamente con il matterello.

Disponiamo una noce di ripieno al centro di una fetta di pane e ricopriamo con un altra fetta formando un raviolo, pressatene i bordi per farli aderire

Cuociamo i ravioli in una padella rosolandoli 1 minuto per parte.

Si possono servire con un contorno di verdure crude o cotte o sopra una crema di verdure.

Mollica del pane

…può essere la base di una:

Crema

Ammolliamo 100 g di mollica di pane nel latte vegetale o nell’acqua frulliamo con:

140 g di semi o frutti oleosi + 20 g di erbe o verdure crude

Salsa

Tagliamo a pezzetti 40 grammi di mollica e ammorbidiamola con 2 cucchiai di aceto.

A questa base si possono aggiungere:

40 g di erbe fresche + 60 g olio extra vergine di oliva

250 g verdure cotte + 70 g latte vegetale + spezie

100 frutta a guscio tritate + 160 g di latte vegetale + spezie

Crosta del pane

…crea contrasti di sapore, consistenza colore può si può trasformare in:

Briciole aromatiche

Una componente croccante per arricchire di contrasti le nostre ricette. Non dobbiamo rosolarla, rischiando di aumentare la dose di grassi di ogni piatto, è già pronta basta aromatizzarla, ecco qualche esempio:

  • un trito di crosta di pane erbe fresche + frutta a guscio o lievito alimentare in fiocchi o  acciughe sott’olio o prosciutto crudo per condire un piatto di pasta o cereali evitando di abusare di latticini e grassi
  • un trito di crosta di pane ed erbe fresche come finocchietto, timo e maggiorana per condire del pesce a carne bianca cotto a vapore.

4 risposte a "ZERO SPRECHI: PANE"

Add yours

Rispondi a Katia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: