FARINA DI QUINOA E CANIHUA

 

Due farine della stessa famiglia simili e diverse allo stesso tempo.

FARINA DI QUINOA

La quinoa è una pianta originaria del Sud America che appartiene alla stessa famiglia degli spinaci e delle barbabietole.

E’ un alimento quasi completo vi cito alcune sue caratteristiche, alto contenuto proteico, sali minerali e lisina (una sostanza carente nei cereali,) e basso indice glicemico.

Si può trovare la quinoa in chicchi in tre colori:

bianco

rosso

nero.

Ha un gusto amaro / leggermente dolce, con note terrose di couscous, erbacee, di noci, e / o di sesamo.

LA FARINA DI QUINOA IN CUCINA

In commercio si trova solo farina integrale perché il chicco è talmente piccolo da non poter essere separato, per chi desidera impasti colorati esiste anche la farina di quinoa nera.
Alcuni non gradiscono il particolare gusto di questa farina e la “denaturano” per affievolire il gusto erbaceo e amarognolo.

Per denaturare la farina va scaldata in forno a 90°C per 2 ore.

E’ una farina abbastanza leggera utilizzata in purezza per torte e biscotti che non necessitano di consistenze “elastiche” e, abbinata alle uova (o aquafaba) sa donare impasti soffici e poco compatti.
Aumenta l’umidità degli impasti, per cui occorre ridurre un po’ i liquidi.
Nei mix di farine viene di solito abbinata a farine dal gusto più delicato come il sorgo.
Nelle ricette salate da il meglio di se abbinata a verdure.
Nelle ricette dolci visto il suo caratteristico aroma è perfetta abbinata ad alimenti dal gusto deciso come cioccolato, caffè o spezie

 

FARINA DI CANIHUA

La canihua è una pianta originaria del Sudamerica, è parente della quinoa ma non contiene saponine, i suoi chicchi sono piccoli e duri molto simili all’amaranto.

Ha proprietà nutrizionali e medicinali è addirittura i suoi gambi sono un ottimo repellente contro le zanzare. Può essere coltivata senza ricorrere a erbicidi e pesticidi anche in condizioni climatiche avverse

Ha un sapore di nocciola, più delicato e dolce della quinoa, perfetto per ricette dolci o salate.

LA FARINA DI CANIHUA IN CUCINA

I suoi chicchi sono talmente piccoli che permettono di usare questo cereale nei nostri impasti anche intero, dopo averlo ammollato per una notte o cotto per circa 20 minuti.

Anche la farina di canihua esiste solo in versione integrale.

La farina ha la stessa densità della farina di quinoa e in cucina può essere utilizzata nello stesse dosi, ma ha un grande vantaggio il suo sapore è molto più delicato non necessita di “denaturazione” e si sposa con qualsiasi tipo di ricetta dolce o salata.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: