FARINA DI CARRUBA

Tasto inglese 150 px

 

 

Una farina un po’ dimenticata, qualche decennio fa veniva venduta da ambulanti di dolciumi e nei banchi dei mercati e consumato come street food.

E’ un alimento molto ricca di ferro e calcio e come altre farine dal gusto dolciastro permette la riduzione degli zuccheri nelle ricette.

Con la carruba si producono 3 tipi di farina:

di semi

dall’intero baccello

dalla polpa

La farina di carruba in cucina

La farina di semi ha una funzione addensante simile agli amidi ma è meno calorica, viene usata per:

  • limitare la formazione di cristalli di ghiaccio nei gelati
  • addensare salse creme e zucche, la dose da utilizzare é dell’1-2% sul peso totale degli ingredienti
  • legare nelle torte prive di uova e latte
  • conferire maggior croccantezza agli impasti friabili, la dose da utilizzare può arrivare al 5-6% sul peso totale degli ingredienti.

La farina dell’intero baccello è più fibrosa e viene usata per:

  • paste fresche
  • gnocchi

La farina di polpa ha un sapore simile al cacao ed è spesso usata come suo sostituto nella preparazione dei dolci, è priva di caffeina ed estremamente zuccherina.

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: